Ultima modifica: 28 marzo 2017

Dal Sole24Ore: Parte da Casale Monferrato il progetto scuola-lavoro sulla valorizzazione del territorio

Dal Sole24Ore on-line un articolo sul nuovo progetto pilota scuola-lavoro sulla valorizzazione del territorio; dove il Leardi è il primo protagonista.

L’obiettivo è coinvolgere nel giro di qualche anno 3mila studenti in percorsi di alternanza scuola-lavoro nell’ambito della valorizzazione dei territori. L’iniziativa, denominata “ARSlab”, è promossa da Fondazione Italiana Accenture e Associazione Dimore Storiche Italiane. Il progetto pilota, presentato all’Istituto superiore Leardi di Casale Monferrato, coinvolgerà una classe del IV anno dell’indirizzo turistico dell’istituto e avrà come scopo la valorizzazione della dimora storica di Palazzo Gozzani Treville attraverso progetti e l’organizzazione di alcuni eventi promozionali. I corsi prevedono 40 ore di formazione complessive, e vi accederanno 23 studenti.

Il progetto, però, punta a 150 percorsi “ARSlab” in 50 territori diversi in modo da coinvolgere oltre 3.000 studenti. «I giovani – dichiara Diego Visconti, presidente di Fondazione Italiana Accenture – devono diventare i protagonisti-imprenditori per la creazione del valore che proviene dal patrimonio culturale, artistico, paesaggistico ed enogastronomico diffuso. Con ARSlab, stimoliamo le capacità creative imprenditoriali che i ragazzi dovranno far fiorire nel proprio territorio anche grazie alle nuove competenze tecnologiche digitali. Siamo convinti che nell’ambito del progetto Trame d’Italia gli studenti attraverso questa esperienza diventeranno essi stessi agenti di un cambiamento in grado di generare ricadute positive su tutta la comunità».

Coniugare la valorizzazione del patrimonio culturale, artistico, paesaggistico ed enogastronomico del territorio di Casale a quella del capitale umano rappresentato dagli studenti è l’obiettivo di questa prima sfida che nel tempo si propone di diventare un modello replicabile in altri territori italiani a potenziale ancora inespresso. «Il patrimonio storico-artistico costituisce parte essenziale dell’identità culturale del nostro Paese. La conservazione di questi beni, richiede quindi, che essi vengano tramandati integri alle generazioni future, attraverso la conservazione e la valorizzazione, preservandoli così dal degrado e dalla distruzione» sottolinea Fabrizio Folonari, vice presidente nazionale e presidente Adsi (Associazione dimore storiche italiane) Piemonte e Valle d’Aosta.

In questo contesto l’accordo Adsi-Miur si propone di realizzare sinergie con il sistema scolastico nazionale per contribuire al miglioramento della formazione tecnico-professionale degli studenti e, parimenti, partecipare allo sviluppo del settore dei beni culturali. «Docenti e professionisti esperti in diversi campi, dalla storia dell’arte alla ristorazione, dall’organizzazione di eventi al marketing, accompagneranno i ragazzi – che avranno come tutor la professoressa Giuliana Boschi – nel percorso formativo» spiega Nicoletta Berrone, dirigente dell’istituto Leardi.

Per Giuseppe Sannazzaro Natta, presidente Associazione Culturale Trame di Monferrato, «attraverso questa esperienza la nostra associazione concretizza alcuni tra i suoi obiettivi più importanti, primo fra tutti l’attivazione di relazioni con istituzioni e risorse del territorio che portino a sinergie nuove capaci di sviluppare il Monferrato in termini di sviluppo del potenziale culturale e turistico».

Link all’articolo