Ultima modifica: 24 ottobre 2017

“IL MILITE NON PIÙ IGNOTO”: CELEBRAZIONI ALL’ISTITUTO “LEARDI”

Martedì 10 ottobre si è svolta, presso l’Aula Magna “Natal Palli” dell’Istituto di Istruzione Superiore “Leardi”, la cerimonia di consegna delle borse di studio del concorso nazionale “Milite non più ignoto” per l’Anno Scolastico 2016-2017.

L’iniziativa, promossa e valutata dall’Associazione Nazionale Alpini (A.N.A.) nell’ambito delle celebrazioni del primo centenario della Grande Guerra, ha registrato una significativa partecipazione delle istituzioni scolastiche monferrine di ogni ordine e grado.

Vincitrice del premio per le scuole superiori è risultata la classe 4ªB Grafica e Comunicazione del “Leardi”, che ha prodotto una ricerca storica e iconografica avente per oggetto alcune figure di ex studenti del “Leardi” caduti sul campo di battaglia. Sono stati rievocati alcuni di questi: il ragionier Evasio Camurati, classe 1895, il geometra Alessandro Ghena, mediano del Casale e dell’aviatore Paolo Silvio Palli, classe 1896, diplomato nella sezione fisico-matematica. Il lavoro è stato condotto avvalendosi di preziosi documenti d’epoca presenti nell’archivio storico scolastico.

Per la scuola primaria e la secondaria di primo grado hanno conseguito il primo premio le classi rispettivamente del plesso scolastico di Frassinello dell’Istituto Comprensivo di Ozzano Monferrato.

Alla presenza del sindaco di Casale Titti Palazzetti, dopo il saluto di benvenuto della preside Nicoletta Berrone, e quelli saluti ufficiali del presidente dell’A.N.A. casalese Gian Luigi Ravera, la cerimonia si è svolta con il coordinamento del prof. Ernesto Berra che ha scandito i tempi della presentazione dei singoli lavori a cura di studenti e docenti.

I canti corali degli alunni della scuola primaria “XXV Aprile” hanno allietato la suggestiva cerimonia. A chiudere l’evento le parole del sindaco Palazzetti e del Presidente emerito dell’A.N.A. Nazionale Corrado Perona hanno confermato come il valore della memoria, individuale e collettiva, sia assolutamente necessario per costruire il futuro di una società.

Carlo Biorci