Ultima modifica: 19 dicembre 2017

MASSIMO BIGLIA AL “LEARDI” PER DISCUTERE DI TURISMO RESPONSABILE

Sabato 16 dicembre, presso l’Aula Magna dell’Istituto di Istruzione Superiore “Leardi”, durante le attività di orientamento destinate alle famiglie e ai futuri studenti, si è svolto un interessante incontro dal titolo “InMonferrato” con protagonista Massimo Biglia.

Personalità nota sul territorio per l’impegno profuso negli anni per la promozione del Monferrato attraverso forme di turismo responsabile, Biglia ha presentato il suo lavoro, dialogando con i presenti (tra cui molti studenti del corso Turismo) sulle iniziative per attrarre i turisti in una zona «per certi versi ancora selvaggia, a differenza di altre realtà, come le Langhe, ormai entrate nei circuiti turistici tradizionali». Come è emerso nel confronto, ciò che ancora manca al nostro Monferrato non sono le competenze tecniche nei campi dell’accoglienza e della produzione enogastronomica, ma la comunicazione tra i vari attori del territorio, che ancora faticano a dialogare e a fare rete per offrire la migliore esperienza di viaggio possibile ai turisti, in maggioranza provenienti dal Nord Europa.

Insieme a Biglia, sono intervenuti altri ospiti, tra cui il giornalista del Monferrato Alberto Marello, che ha condiviso con il pubblico la sua esperienza professionale e ha mostrato il trailer di un film in corso di realizzazione, “Il ciliegio di Rinaldo”. La pellicola parlerà del rapporto tra Rinaldo Luparia, agricoltore di 86 anni di San Martino di Rosignano, ed Emanuele Rendo, studente della facoltà di Agraria di 25 anni: due generazioni totalmente diverse, accomunate però dall’amore verso la propria terra, il Monferrato.

I presenti hanno manifestato un grande interesse verso l’iniziativa: questo fa ben sperare circa le prospettive future del nostro territorio.

Redazione “Leardi”