Ultima modifica: 6 gennaio 2018

IL LEARDI SULLA TELEVISIONE SVIZZERA ITALIANA R.S.I.

Infernot in un documentario della tv svizzera

di Paolo Ceresa

Sempre più spesso si parla delle tipicità del nostro territorio così come degli “Infernot” e della loro riscoperta. Questo mi fa enormemente piacere sapendo che più di quindici anni fa, con il neonato “Ecomuseo della Pietra da Cantoni” e il caro amico e collega prof. Ilenio Celoria, incominciai a studiare e parlare di queste piccole “cantinette”. In seguito, con l’aiuto degli studenti di altri colleghi ed esperti, si è giunti alle prime pubblicazioni e mostre.

Anche la tv Svizzera italiana (RSI), a seguito del riconoscimento UNESCO, si è interessata del “Monferrato degli Infernot “realizzando con la collaborazione dell’Ecomuseo un documentario dal titolo “La terra degli Infernot” che è stato trasmesso lo scorso 4 Gennaio 2018.

Come appassionato dell’argomento spesso mi viene chiesto qual è l’infernot più bello ed io non esito a rispondere che non esiste. Tutti gli infernot sono belli in ugual misura perché, pur essendo vero che sono tutti uno diverso dall’altro, tutti rappresentano in sintesi una traccia materiale che sintetizza il trascorso storico-culturale dei nostri avi che ce li hanno lasciati in eredità. Complice di questa trasformazione ambientale-paesaggistica-ipogea, perpetuata nel tempo, sono state da una parte la “Pietra da Cantoni” e dall’altra la necessità dei vecchi vitivinicoltori di conservare in un ambiente protetto il proprio vino imbottigliato.

I nostri “Infernot” dopo essere stati dismessi e dimenticati (a partire dal secondo dopoguerra) oggi rivivono una nuova stagione. Non tutti sono ritornati a svolgere il loro vecchio ruolo ma di sicuro erano e restano una forte componente che identifica il nostro territorio. Le nuove e giovani imprenditorie locali hanno capito che passato e tradizione possono benissimo affiancare l’innovazione nei processi di sviluppo per un graduale recupero ambientale sociale e culturale delle colline monferrine. Già il settore enogastronomico e, più in generale, tutto il comparto turistico ha incominciato a beneficiarne.

Per visionare il documentario, realizzato dal giornalista e documentarista Romano Venziani, che personalmente ringrazio, copiare e avviare il seguente indirizzo web:

https://www.rsi.ch/la1/programmi/informazione/svizzera-e-dintorni/La-terra-degli-Infernot-9926662.html