Ultima modifica: 28 agosto 2018

“ECCO I MIEI STATI UNITI”: IL RACCONTO DELL’EXCHANGE STUDENT DELL’ISTITUTO “LEARDI”

È rientrata dagli Stati Uniti lo scorso 24 giugno Alessandra Miglietta, studentessa del corso “Relazioni Internazionali e Marketing” dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Leardi”, dopo aver frequentato il quarto anno scolastico a Fernley, nello Stato del Nevada. Si tratta della prima esperienza di una Exchange Student (come previsto dal D. Leg. 297 del 1994 del M.I.U.R.) e il “Leardi”, nell’anniversario dei suoi 160 anni di storia, ha dimostrato di saper stare al passo con i tempi e di saper far fronte alle novità che gli vengono proposte.

Ad Alessandra piace viaggiare, conoscere nuovi Paesi, scoprire diversi usi, costumi e tradizioni: gli Stati Uniti, nazione vicina a noi per cultura ma allo steso tempo diversa per stili di vita e di pensiero, sono stati un ottimo banco di prova per un percorso di crescita oltre che per perfezionare la lingua.

È motivo di soddisfazione per il nostro Istituto poter segnalare i complimenti che la nostra allieva ha ricevuto da parte degli insegnanti americani per la formazione ricevuta dalla nostra scuola.

«Le giornate scolastiche americane sono diverse dalle nostre» ha raccontato Alessandra al suo rientro, «iniziano al mattino alle 7,30 e terminano al pomeriggio alle 14,15; nel pomeriggio c’è poi lo spazio per lo svolgimento dei compiti e, verso le 18,00, le partite dei vari campionati studenteschi (football, basket e baseball gli sport più popolari)».

Buona parte della giornata viene così trascorsa a scuola e alla sera è forte il desiderio di poter tornare a casa per riposare.

Continua Alessandra: «Appena arrivata in questo Paese mi sentivo spaesata; ero sola, in un luogo che non conoscevo, in cui non sempre capivo immediatamente ciò che mi veniva detto dai compagni o dai professori. Dopo l’iniziale smarrimento, ho sentito una forza mai provata dentro di me. Come se fosse scattato qualcosa, mi sono resa conto che dovevo scuotermi: da allora, ho imparato sempre più a badare a me stessa, ad essere autosufficiente e, soprattutto, responsabile. Negli Stati Uniti infatti sulle regole non si scherza: si rispettano e basta».

Al termine di questa esperienza, a parte il rimpianto per aver dovuto lasciare gli Stati Uniti, altri sentimenti si affollano nella mente di Alessandra, primo fra tutti la riconoscenza: verso i genitori che le hanno permesso di realizzare questo sogno; verso la famiglia ospitante che le è sempre stata accanto e che, avendo già nostalgia, l’hanno invitata a tornare; verso l’Istituto “Leardi”, il Dirigente Scolastico, prof.ssa Nicoletta Berrone, ed il corpo insegnanti che l’hanno seguita e si sono sempre informati durante questa avventura; non da ultimo verso il B.E.C. – British European Centre di Milano che ha realizzato materialmente questo desiderio.

Nel futuro di Alessandra ora c’è la maturità; poi ci sarà l’università in Italia o all’estero e, chissà, un domani tornerà a vivere e a lavorare negli Stati Uniti.

Dunque, in bocca al lupo Alessandra e ad multos annos, caro Le@rdi!

Fotografia scattata all’AT&T Stadium di San Francisco in occasione di una partita di baseball dei Giants.