Ultima modifica: 24 ottobre 2018

TOUR OTTAVI: PASSEGGIARE PER LA CITTÀ IN UNA TIEPIDA SERATA D’AUTUNNO TRA RICORDI DI VITA E TESTIMONIANZE STORICHE.

Singolare e interessante serata d’autunno, quella di giovedì 18 ottobre, in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Antonio Ottavi. Insigne agronomo, studioso, còrso di nascita, monferrino di cuore, docente per oltre vent’anni presso l’Istituto Superiore “Leardi” nella seconda metà dell’Ottocento: ecco un breve ritratto dell’uomo che la città di Casale, al centro di un territorio a vocazione agricola, ha voluto ricordare in questa ricorrenza con una serie di iniziative culturali, fra cui la passeggiata serale tra i luoghi che lo videro attivo protagonista della vita cittadina e nazionale.

L’itinerario è stato organizzato dalla Biblioteca civica “Giovanni Canna” all’interno del progetto «Cà.Mon – Festival del turismo responsabile» e delle attività legate alla toponomastica promosse dalla Rete “Scuola insieme”: da piazza Castello a largo Giovanni Lanza, attraverso la piazza dominata dal monumento equestre di Carlo Alberto e via Ottavi, adiacente al palazzo della sua residenza, un folto gruppo di persone, accompagnate dal suono della fisarmonica e del tamburo, ha potuto seguire le vicende biografiche e professionali di Ottavi attraverso i monologhi tematici recitati dagli attori del “Collettivo teatrale” e dagli studenti che hanno letto le targhe relative alla casa e al monumento dell’agronomo.

Suggestiva la tappa della passeggiata presso l’Istituto Superiore “Leardi”, dove Adela Bujor (classe 4aA Amministrazione, Finanza e Marketing) ha letto l’iscrizione in memoria di Ottavi presente nell’androne del palazzo. In quel contesto è stato recitato un monologo di Allegra Demandato in cui Clara Cocconito di Montiglio, la “contessa Leardi” ha ricordato ai presenti come, con sensibilità culturale e attenzione all’istruzione dei meno abbienti, abbia deciso di lasciare alla città di Casale il suo palazzo, più di 160 anni fa, perché fosse adibito ad Istituto scolastico. La storia ci insegna che le sue volontà sono state rispettate e, presso palazzo Leardi nel 1858 furono attivati vari indirizzi di studi, fra cui quello inerente all’agricoltura.

Il tour Ottavi si è concluso con la tappa presso il monumento a lui dedicato, situato in fondo a via Leardi, all’ingresso degli storici giardini pubblici cittadini: la targa, di carattere commemorativa e informativa, letta da Marco Cornaglia, della classe 4aA AFM, classe autrice della targa stessa.

Classe 4aA Amministrazione, Finanza e Marketing – I.I.S. “Leardi”