Ultima modifica: 30 Gennaio 2019

“I SOGNI SONO RISPOSTA A DOMANDE CHE NON ABBIAMO ANCORA CAPITO COME FORMULARE”. IL ROTARY INCONTRA LE QUINTE DEL “LEARDI”

Il tradizionale incontro dei membri del Rotary Club con le classi quinte dell’Istituto Superiore “Leardi”, prossime all’Esame di Stato, impone ogni volta agli studenti una riflessione sul loro futuro: «Continuare a studiare? Cercare lavoro? Andare a fare esperienze all’estero? Quali le competenze maturate nel quinquennio delle superiori?»

Le domande incalzanti della moderatrice dell’incontro, la dott.ssa Ima Ganora, esperta di comunicazione, e degli altri professionisti del Rotary hanno suscitato una vivace partecipazione dell’uditorio, superando la semplice lezione frontale sul tema del lavoro e delle professioni che gli studenti potranno intraprendere in futuro.

La giornata si è aperta con una breve introduzione del Presidente, il dott. Enrico Albano, sulla storia e sulla mission del Rotary (un’associazione che conta oltre un milione di soci nel mondo) e ha visto in seguito gli interventi dei professionisti rotariani presenti. Ima Ganora ha introdotto le tematiche dell’incontro, partendo dalla considerazione che l’attenzione degli umani è quella di un “pesce rosso”, che tende a diminuire con il passare del tempo: viviamo infatti in una società che tende a distrarsi e che, cosa ancor più grave, fatica a mantenere la concentrazione e la memoria di quanto già accaduto.

 

L’Istituto Superiore “Leardi” vuole ringraziare tutti i rotariani che sono intervenuti per dialogare con gli studenti, diffondendo la loro filosofia di “Service above self” (“Servire al di sopra del bene personale”), perché sono state preziose guide per gli studenti presenti: oltre ai già citati Enrico Albano, imprenditore assicurativo, e la dott.ssa Ima Ganora, erano presenti Monica Formisano, Direttore amministrativo di una Cooperativa sociale Onlus; Laura Coppo, imprenditrice ed ingegnere meccanico; Corrado Rendo, medico chirurgo ed attualmente medico competente per gli Istituti Superiori di Casale; Sante Palmieri, da anni dirigente nella Pubblica amministrazione, Edoardo Francia, giovane economista che lavora in una casa discografica; Mario Dealessi, medico chirurgo dell’Ospedale S. Spirito di Casale Monferrato e infine, direttamente in collegamento Skype da Abu Dhabi, il prof. Alessandro Lanteri, docente di Imprenditoria alla Abu Dhabi University.

 

Gli imprenditori intervenuti hanno parlato del loro percorso di studio e professionale, hanno offerto un confronto tra le loro aspettative di quando erano studenti e la realtà lavorativa che vivono attualmente: molti dei loro sogni si sono realizzati, ma anche molte e inaspettate opportunità hanno cambiato la loro vita.

I ragazzi non si sono fatti attendere: con curiosità e partecipazione hanno chiesto consigli sulle competenze imprescindibili da acquisire per presentarsi al meglio nel mondo del lavoro, sulle opportunità lavorative all’estero, sui settori che offrono maggiori possibilità di impiego. Alcuni hanno portato testimonianza delle loro tante esperienze lavorative, svolte in Alternanza Scuola-Lavoro o già come lavoratori autonomi, come Andrea Repetti, 5aA Turismo, assunto nell’estate tra il quarto e quinto anno dall’agenzia dell’intrattenimento Samarcanda come animatore in un villaggio turistico.

L’esperienza personale, umana e professionale, vissuta dai rotariani e comunicata agli studenti è stata, come sempre, illuminante. Come ogni anno il confronto coi giovani è stato vivo, stimolante e ha confermato che i requisiti richiesti dal mondo del lavoro sono uno studio di qualità, la conoscenza delle lingue straniere e la lungimiranza di accettare un lavoro che forse non è nell’immediato allineato con le proprie aspirazioni, ma che nel tempo può dare accesso ai quei sogni che magari non abbiamo ancora compreso di avere.