Ultima modifica: 13 Febbraio 2019

“LEARDI”: STORIA DELL’ARCHITETTURA E NUOVO “LABORATORIO GEOMETRI”

Dopo il successo dello scorso anno, l’Istituto di Istruzione Superiore “Leardi” ripete l’iniziativa per promuovere, tra gli studenti delle classi terze e quarte del corso di «Costruzione, Ambiente e Territorio» (ex geometri), la conoscenza della storia dell’architettura. Occorre ricordare infatti che, nel corso delle varie riforme scolastiche, l’intero programma di questa disciplina, fondamentale per i geometri che dovranno realizzare progetti e più in generale per i cittadini del domani, è stato compresso e relegato esclusivamente all’ultimo anno del percorso di studio.

Per questo, l’Istituto “Leardi” ha reintrodotto come progetto di potenziamento un ciclo di incontri sulla storia dell’architettura specifico per gli alunni del triennio. Vere attività di Alternanza Scuola-Lavoro in un modulo di 12 ore gli studenti potranno ripercorrere le tappe fondamentali dell’arte delle costruzioni, dalle origini greche fino alle novità contemporanee.

Referente del progetto il prof. Alberto Olmo, architetto e docente del corso: «Non si tratterà di un canonico percorso di storia dell’architettura. Nel corso delle lezioni, gli studenti potranno cogliere, a partire da un’epoca o un architetto, quali siano gli elementi di attualità di un determinato progetto e le possibili affinità con le innovazioni più recenti in materia. Per fare un esempio concreto, andremo ad analizzare sotto varie angolature le somiglianze strutturali e iconografiche tra le piramidi di Giza e quelle del Louvre realizzate da Ieoh Ming Pei».

A seguire, per le quinte che si avvicinano all’Esame di Stato e alla loro futura professione, verrà sviluppato un secondo modulo, più espressamente sull’architettura contemporanea: si parlerà delle riflessioni dei tempi della Rivoluzione industriale e della scuola di Chicago, fino agli architetti più recenti, come i fratelli Perret, Le Corbusier, Renzo Piano e Rem Koolhaas (quest’ultimo oggetto di lezioni in lingua inglese secondo la metodologia CLIL).

Per il “Leardi” il corso Costruzione, Ambiente e Territorio è centrale: nonostante le linee ministeriali di riforma non siano state sempre lungimiranti, l’Istituto crede fortemente nelle potenzialità di questo indirizzo, che sa coniugare la tradizione con le innovazioni indispensabili per la formazione dei giovani verso le professioni del futuro. A tal proposito si ricorda che sono in corso i lavori di rifacimento del “Laboratorio geometri” (con i fondi stanziati dall’Unione Europea attraverso i PON, Programma Operativo Nazionale): saranno acquistate nuove strumentazioni tecniche e verranno incrementate le tecnologie specialistiche e multimediali.

Queste sono solo alcune delle attività che nel corso degli anni al “Leardi” sono state realizzate nel settore delle costruzioni e dell’edilizia. Ricordiamo soltanto il progetto “Santa Caterina”: l’iniziativa ha visto collaborare i corsi geometri e grafici per realizzare rilievi di particolari architettonici della chiesa settecentesca casalese e le loro restituzioni grafiche in una mostra di successo.

Redazione “Leardi”