Ultima modifica: 23 Maggio 2019

35^ Edizione concorso: “Diventiamo cittadini europei”

Sono stati premiati giovedì scorso 9 maggio, nella giornata della Festa dell’Europa, i nuovi “cittadini europei”, gli studenti che hanno partecipato vincendo la 35° edizione del concorso “Diventiamo cittadini europei”. L’iniziativa, bandita dalla Consulta regionale europea in collaborazione con l’Ufficio Scolastico regionale per il Piemonte e l’Ufficio del Parlamento europeo a Milano, prevedeva la stesura di una riflessione personale intorno alla tematica: “Per un’Europa più unita, più democratica e più solidale”.

Tra i numerosi partecipanti, un buon gruppo di studenti casalesi dell’Istituto Superiore “Leardi” e del Liceo “Balbo” (con il plesso Lanza). Quattro sono dell’Istituto Leardi, seguiti dal docente don Gian Paolo Cassano: Lorenzo Rivalta (3°B Turismo, che andrà in viaggio alle istituzioni europee a Bruxelles), Marianna Buccino, Alice Di Camillo (entrambe della 2° A Turismo) e Giorgia Vallarin, che hanno vinto la partecipazione alla festa dell’Europa a Milano, svoltasi presso il teatro “Franco Parenti” di Milano.

Sono tra i 162 gli studenti vincitori, frequentanti 46 diversi istituti scolastici piemontesi che si sono confrontati con due temi di forte attualità, da una parte le funzioni del Parlamento europeo, anche in vista delle imminenti elezioni che si svolgeranno il prossimo 26 maggio nei 27 stati membri dell’Unione per eleggere i propri rappresentanti, dall’altra la parità uomo-donna e la lotta contro le discriminazioni, punti cardine della politica sociale europea. 2.018 i temi svolti, di cui 734 sono stati quelli selezionati per concorrere.

Alla cerimonia sono intervenuti il professor Giuseppe Porro, dell’Istituto Universitario di Studi Europei, Barbara Forni, dell’Ufficio d’Informazione del Parlamento europeo a Milano, Franco Francavilla, dell’Ufficio scolastico regionale per il Piemonte e alcuni studenti vincitori, e due degli studenti vincitori, Ariel Giuliano del Liceo scientifico Antonelli di Novara e Elena Branzi, dell’istituto Curie-Levi di Collegno, che a maggio voleranno a Bruxelles insieme ad altri ragazzi premiati per conoscere da vicino le istituzioni europee.

Così commenta l’alunna Alice Di Camillo della 2aA Turismo: «Sono stata onorata di aver partecipato alla Festa dell’Europa a Milano e alla premiazione svoltasi a Torino: per me e i miei compagni si è trattato di un’opportunità molto interessante per approfondire tematiche che ci riguardano da vicino, ma che non sempre noi giovani percepiamo come tali. Partecipare a dei workshop tematici e a delle conferenze su che cosa significhi per davvero essere cittadini europei, sui nostri diritti e sul lavoro che svolgono i parlamentari europei mi ha fatto capire l’importanza delle istituzioni: sempre più sono fiera di essere una cittadina europea».

Gian Paolo Cassano