Ultima modifica: 20 Febbraio 2020

IL CAI AL LEARDI PORTA “AVVENTURA – FORMAZIONE – CULTURA”

Dal privilegio di una élite alla passione per tutti gli innamorati della natura, del paesaggio e dell’escursionismo: questa la storia del Club Alpino Italiano (CAI), presentata dal dott. Renato Traverso, presidente della sezione di Casale Monferrato, e da Luca Corilli.

Gli studenti della classe 4aB Turismo dell’Istituto Superiore “Leardi” sono stati rapiti dalle splendide immagini di alpinisti in arrampicata sulle vette delle Alpi più alte e dai racconti delle storie di montagna vissuti dagli escursionisti.

Come ulteriore elemento di confronto e riflessione, i relatori hanno presentato alcuni passaggi del documentario premio Oscar 2019 Free solo, l’intenso racconto del climber americano Alex Honnold e della sua impresa di scalare la vetta di El Capitan, il monte del parco dello Yosemite, in California, senza l’ausilio di imbracatura o di altra attrezzatura se non le proprie mani e il proprio corpo.

Gli stimoli hanno creato un clima di dialogo e di confronto stimolante: i ragazzi hanno raccontato le loro esperienze di escursionisti, come Aurora Bargero (in foto), che ama trascorrere il suo tempo libero in montagna, per delle ferrate nulle vette più suggestive del Piemonte, o i docenti del “Leardi”, che appena possono si recano per le arrampicate in Valle d’Aosta.

L’atmosfera si è rivelata molto partecipata e rilassata, il clima ideale per promuovere, tra le nuove generazioni, la passione delle attività sportive in montagna e, più in generale, per valorizzare il proprio territorio e una certa sensibilità per la questione ambientale.

Redazione “Leardi”