Ultima modifica: 31 Maggio 2021

LEONARDO DEAMBROGIO, CELEBRAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO ALLE OLIMPIADI DI ITALIANO

«La giuria ha apprezzato la particolare capacità di sintesi e rielaborazione dei contenuti corredata da uno stile personale della scrittura. Nel testo informativo, lo stile disinvolto e brillante è risultato ben calibrato. Apprezzabile, in particolare, la composizione, in cui il tono da scherzoso si fa toccante per ricordare quanto sia bello andare a scuola per davvero»: questa la motivazione, letta dalla commissione giudicatrice nella premiazione svoltasi online a metà maggio, per cui Leonardo Deambrogio, classe 4aA Amministrazione, Finanza e Marketing dell’Istituto Superiore “Leardi”, si è classificato al secondo posto assoluto della categoria Senior della X edizione delle Olimpiadi di Italiano.

«Le Olimpiadi dell’Italiano sono una competizione organizzata dal Ministero dell’Istruzione con la partecipazione, tra gli altri, dell’Accademia della Crusca – commenta la prof.ssa Livia Novelli, referente dell’iniziativa – e intendono promuovere nelle scuole superiori, in Italia e nelle istituti italiani all’estero, lo studio della lingua italiana e sollecitare gli studenti a migliorare la padronanza della propria lingua. Il risultato di Leonardo è ancora più significativo, perché ottiene un ottimo piazzamento dopo la vittoria nella categoria Junior della IX edizione, svolta nell’a.s. 2018-2019. Da parte di tutto il “Leardi” le nostre più sentite congratulazioni!».

Per valorizzare l’eccellenza raggiunta nella competizione, lo scorso 26 maggio si è tenuta, nell’Aula Magna d’Istituto, una cerimonia di premiazione, cui hanno partecipato le autorità cittadine e rappresentanti dell’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte.

Il sindaco di Casale Monferrato, Federico Riboldi, ha rivolto il suo plauso allo studente Deambrogio per le competenze dimostrate nella gara, che ha coinvolto oltre 12mila studenti delle varie scuole d’Italia e italiane all’estero, e ha espresso parole di riconoscimento verso il Dirigente Scolastico, prof.ssa Nicoletta Berrone, e i docenti d’Istituto, per essere riusciti a coniugare così efficacemente l’ambito umanistico con le peculiarità di un indirizzo a vocazione specialistica, che riduce il divario tra scuola e mondo del lavoro.       

Presenti alla cerimonia anche la delegazione dell’USR Piemonte, le dirigenti Serena Caruso Bavisotto, Elisabetta Milazzo e la dott.ssa Laura Morello. Le funzionarie dell’Ufficio Scolastico Regionale sono state accolte dal Dirigente Scolastico e da Leonardo in persona che, nel corso di una breve visita, ha illustrato le origini e la storia del Leardi, Istituto fondato in età preunitaria per volontà testamentaria di Clara Leardi nel 1858, nonché le vicende di alcune importanti personalità legate alla scuola, come Filippo Mellana, la cui imponente statua accoglie i visitatori con sguardo attento e severo nell’androne del palazzo.

La delegazione, che ha riportato le felicitazioni anche del Direttore Generale dell’USR Piemonte, dott. Fabrizio Manca, ha sottolineato quanto non fosse un premio ma un pieno riconoscimento per il risultato eccellente, riportato in un anno così difficile come quest’ultimo appena trascorso. L’invito unanime è quello di continuare ad avere obiettivi elevati e ad «ambire per il proprio futuro sempre al di più».

Redazione “Leardi”




Link vai su