Ultima modifica: 6 Luglio 2021

LEARDI, CONCLUSO IL BUSTO COMMEMORATIVO AD ANGELO MORBELLI

Il Liceo artistico come luogo di produzione di opere d’arte pubblica, prodotte dagli allievi coordinati da Gennaro Belfiore e Giovanni Saldì

 Si sono conclusi i lavori degli studenti della 2aA Liceo artistico “Angelo Morbelli” dell’Istituto Superiore “Leardi”: gli alunni, coordinati dal professore Gennaro Belfiore, docente di materie plastiche e scultoree, e dall’artista e restauratore Giovanni Saldì, hanno portato a termine il progetto relativo all’assemblaggio del busto commemorativo dedicato al pittore monferrino che ha dato il nome al percorso di studi.

Poco prima del termine delle lezioni è stato presentato il risultato della produzione artistica: è stato accolto nel laboratorio di scultura, alla presenza del Dirigente Scolastico, prof.ssa Nicoletta Berrone, il Sindaco di Casale Monferrato, Federico Riboldi, per ammirare l’opera che è stata portata a compimento grazie all’attiva collaborazione degli studenti.

Il sindaco Riboldi, accompagnato dal suo collaboratore francese Gabriel Cavalier, ha passato più di un’ora in aula di modellato a parlare con gli allievi, invitandoli anche ad essere propositivi e creativi, sfruttando al meglio la possibilità di avere il supporto e gli insegnamenti di validi insegnanti e di specialisti che lavorano nel settore dell’arte, nell’ambito del restauro e della produzione creativa.  

Le attività laboratoriali non si arresteranno qui: i nuovi progetti che gli allievi svilupperanno saranno, nel corso del prossimo anno scolastico, la creazione del basamento che ospiterà il busto del Morbelli, comprensivo di elementi decorativi e la targa con il nome del grande pittore monferrino. Sfruttando le competenze del restauratore Saldì, gli allievi potranno anche sviluppare, come già iniziato quest’anno, conoscenze e laboratori pratici nel settore della conservazione e restauro di opere d’arte.

Commenta il prof. Gennaro Belfiore: «Già quest’anno gli allievi hanno potuto visitare luoghi di interesse storico-artistico ed entrare direttamente a contatto con enti e istituzioni che sovrintendono a tali beni. Ne è dimostrazione la visita alla Casa di riposo di Casale, dove la dott.ssa Manuela Meni, responsabile della comunicazione dell’ente, ha permesso agli alunni di osservare da vicino le sculture presenti nella struttura. L’auspicio è che il prossimo anno i rapporti tra scuola e territorio si potranno intensificare di modo da poter visionare altre opere, monitorarle e realizzare progetti mirati.»

Redazione “Leardi”




Link vai su