Ultima modifica: 22 Dicembre 2021

FLASHMOB “SPECIAL OLYMPICS”

Superare l’esclusione delle persone con disabilità dallo sport a ritmo di musica

Movimento, musica e divertimento: sono stati questi i principali ingredienti del flashmob che si è tenuto lo scorso venerdì 3 dicembre 2021 nel cortile dell’Istituto Superiore “Leardi”.

«Ogni anno, il 3 dicembre si celebra la “Giornata mondiale della disabilità” e quest’anno in Istituto abbiamo recepito l’invito ricevuto dall’associazione Special Olympics per sensibilizzare i giovani, in modo innovativo e giocoso, sull’inclusione delle persone con disabilità nelle attività sportive» spiega il Dirigente Scolastico, prof.ssa Nicoletta Berrone.

Nonostante rispetto al passato siano stati fatti importanti passi avanti, ancora oggi le persone di qualunque età con disabilità intellettiva difficilmente riescono a partecipare alle attività sportive e  raggiungere la piena inclusione nel mondo dello sport.

«Obiettivo di questo flashmob, una coreografia che si ripeterà identica in tutte le piazze e le scuole italiane aderenti all’iniziativa lanciata da Special Olympics Italia, è far sapere alle nuove generazioni e alla cittadinanza che lo sport può essere un vero strumento di promozione di valori civici e sociali, che può insegnare il rispetto verso gli altri, la solidarietà e l’attenzione verso le condizioni di fragilità» commenta la prof.ssa Irene Caruso, docente referente per il “Leardi”, nonché referente per i progetti scolastici di Special Olympics Italia delle province di Alessandria ed Asti e presidente dell’associazione sportiva “AttivaMente ASD”, che ha l’obiettivo di promuovere i progetti sportivi di Special Olympics sul territorio, per consentire ai bambini e ragazzi con disabilità di raggiungere la piena inclusione attraverso lo sport.

Così, alla presenza delle autorità locali e delle personalità del territorio operanti nel terzo settore, quali il Presidente del Consiglio Comunale Fiorenzo Pivetta, la ex Direttrice didattica Luigina Genovese e Marco Morano di Banca del Piemonte, gli oltre cento studenti delle classi 2aA AFM, 4aA AFM, 2aB TUR, 4aB TUR, 1aAL e 2aAL, con in mano il loro palloncino rosso simbolo dell’evento, hanno ripetuto i movimenti della coreografia, divertendosi e al contempo trasmettendo un messaggio importante ai coetanei.

«L’iniziativa è stata l’occasione di una perfetta collaborazione tra diversi enti del territorio – conclude la prof.ssa Caruso – L’aspetto musicale è stato curato da professionisti locali e membri dell’Associazione Amici Della Musica dell’Istituto musicale “Carlo E. Soliva”, che ringrazio per la disponibilità e per la partecipazione: Pier Cesare Fagioli (cantante), Paolo Gabotto e Daria Triglio (coristi); il gruppo “I rondannati” composto da Matteo Buzzi (chitarrista), Tommaso Spinoglio (chitarrista); Michele Gabotto (bassista) e Francesco Borla (batterista), sotto il coordinamento dell’insegnante Alberto Rondano».

Si ringraziano anche i professionisti di AV4, per aver fornito un service audio di eccellenza in forma di volontariato.

Il video del flashmob, realizzato dagli studenti del corso Grafica e Comunicazione d’Istituto, sarà caricato sul portale di Special Olympics Italia e sarà una testimonianza dell’impegno dei giovani per promuovere i valori del benessere e dell’inclusione di tutti attraverso lo sport e la socialità.

Redazione “Leardi”




Link vai su