Ultima modifica: 7 Maggio 2022

La classe 3aA Liceo artistico “Angelo Morbelli” dell’Istituto Superiore “Leardi” al Parco Eternot

La classe 3aA Liceo artistico “Angelo Morbelli” dell’Istituto Superiore “Leardi”, lo scorso 9 aprile, ha effettuato un’interessante uscita sul territorio per approfondire tematiche inerenti all’Educazione civica.

L’argomento scelto resta sempre di attualità per la città: il caso Eternit e le conseguenze dell’asbesto sulla salute umana. Gli alunni, guidati dai proff. Maria Cristina Portinaro (Scienze naturali) e Luca Talenti (Lettere), nel corso delle settimane hanno affrontato un percorso tematico sull’amianto: «Grazie allo stimolo del concorso cittadino Guglielmo Cavalli, organizzato annualmente da Afeva – spiegano i docenti – per la nostra programmazione ci siamo chiesti: è ancora necessario riproporre la questione dell’amianto? Le nuove generazioni sono già state sufficientemente informate o è opportuno consolidare e approfondire? Non abbiamo avuto dubbi a riguardo: la memoria deve essere mantenuta viva e si deve cercare non solo di trasmettere informazioni, ma anche di far sviluppare senso critico e spirito di cittadinanza attiva».

Così, a conclusione del ciclo di lezioni svolto in aula, che ha toccato la vicenda da un punto di vista storico, processuale e scientifico-naturalistico, gli alunni hanno avuto modo di recarsi all’Aula Amianto, sapientemente animata dalle studentesse del Balbo intervenute per l’occasione: «Durante la visita, abbiamo ripercorso la storia dello stabilimento Eternit, i luoghi in cui si trovava la fabbrica e i magazzini, nonché gli effetti nocivi del “polverino”, il più drammatico dei quali è il mesotelioma pleurico» commentano i ragazzi coinvolti.

La mattinata è proseguita fino al Parco Eternot, luogo simbolo della bonifica e della rinascita dell’intera Casale: «Idealmente, abbiamo voluto condurre gli alunni in un percorso a ritroso, lungo i 1276 metri che separavano lo stabilimento dal centro cittadino» concludono gli insegnanti. Giunti sul luogo, sono proseguite le spiegazioni e le riflessioni: «Conoscere la storia del parco e il suo alto valore, riconosciuto anche dalla presenza all’inaugurazione del Presidente della Repubblica Mattarella, ci ha offerto non solo validi argomenti per concludere il nostro progetto scolastico, ma anche uno stimolo per comprendere l’assoluta centralità dell’impegno di tutti noi cittadini per difendere il bene del nostro territorio» concludono gli alunni.

Sempre sul tema amianto, l’appuntamento successivo è stato il flashmob dello scorso mercoledì 20 aprile organizzato proprio al Parco Eternot dalla rete Scuole Insieme, a cui numerosi studenti, tra cui anche un nutrito gruppo del “Leardi”, hanno partecipato in occasione della Giornata Mondiale delle Vittime dell’Amianto 2022.

Redazione “Leardi”           




Link vai su