Ultima modifica: 6 Giugno 2022

CORSO TURISMO “LEARDI”: PCTO CON BANKSY E ITINERARI NELLA TORINO MAGICA

Professione turismo: una intensa ma divertente giornata di Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento a Torino ha caratterizzato l’uscita delle classi quarte del corso Turismo dell’Istituto Superiore “Leardi”.

Di prima mattina la visita, guidata dalla prof.ssa di Arte e territorio Laura Gorbetta, alla splendida quanto graffiante mostra di Banksy, con uno sguardo divertito ma consapevole da parte dei ragazzi sulla geniale ironia del più famoso artista della street art contemporanea. Non sono mancate domande e curiosità sulla tecnica utilizzata da Banksy, sul forte contenuto comunicativo delle sue opere e sul suo sempre attuale messaggio dissacrante sulla società.

Poi via all’itinerario di visita al centro storico di Torino, in parte guidato dagli studenti sulla base di percorsi da loro elaborati, in parte dalla prof. di Discipline turistiche Giuliana Boschi, con “puntate” di traduzioni in lingua spagnola della prof. Giusy Catanese.

Al classico itinerario storico – artistico del centro di Torino, con gli studenti in veste di guida turistica lungo le affollate vie e piazze che si susseguono da Porta nuova a Palazzo reale, si sono aggiunte le suggestioni turistiche indicate agli studenti dalla prof di Turismo dei “passages” di gusto parigino, le tre splendide Gallerie (Subalpina, Umberto I e S. Federico), che hanno permesso di richiamare la rivoluzione urbanistica realizzata nella capitale della Francia dal barone Haussmann.

E dopo il classico “pranzo libero” tipico delle escursioni turistiche, di nuovo immersi in un tour questa volta dal gusto “ magico”, fino alla chiesa della Gran Madre, attraverso via Po e la Mole Antonelliana, senza trascurare Palazzo reale e i suoi dioscuri, simboli della magia che secondo le leggende avvolge Torino, e naturalmente i luoghi “cult” del regista di film horror Dario Argento.

Esperienza sul campo, lezioni en plein air sulla costruzione di itinerari anche non convenzionali capaci di coinvolgere e appassionare i turisti, street art: tutto questo è Turismo “made in Leardi”.

Redazione “Leardi”




Link vai su